Divina

(for english version scroll down)

concept e coreografia: Marco Laudani

danzatori: Nelly Acquafermata, Giuseppe Giuffrida, Claudio Scalia

Esiste esigenza più forte del sentirsi importanti ed appagati? Tutti noi siamo dotati di un istinto primordiale: l’affermazione della nostra esistenza. Un istinto che si palesa con il primo calcio dato nel grembo di nostra madre, nel primo pianto quando entriamo a far parte di questo incredibile mondo popolato da miliardi di persone; individui intenti ad urlare più forte l’uno dell’altro “IO CI SONO”.

IO esisto.

Ogni passo che facciamo, in punta di piedi prima, con affanno poi, ci porta inesorabilmente ad affermare e confermare ad ogni costo chi siamo, o chi vogliamo essere. Con prepotenza e velata ironia, DIVINA ci riporta all’inevitabile, quanto crudele, scelta tra esistere o vivere. Una danza che fa da specchio ai conflitti interiori, che parla con occhi smarriti e dita tremanti. Uno spettacolo che lascia aperte tutte le porte, sensazioni e percezioni di chi guarda aggiungeranno una sfumatura unica agli accesi colori di questo quadro.

____________________________

Divina

concept and choreographies by Marco Laudani

dancers: Nelly Acquafermata, Giuseppe Giuffrida, Claudio Scalia

Is there a strongest need than the feeling of prominency and fulfillment?
We are all endowed with a primeval instinct: the assertion of our own existence. This instinct reveals itself with the first kick in our mother’s womb, in our first crying when we enter this astounding world, inhabited by billions of people, all of whom are absorbed in roaring out louder and louder: “I AM HERE”.

I exist. 

Every step we make, first tiptoeing then rushing, leads us inexorably to affirm and confirm at any cost who we are or who we want to be. DIVINA opens all doors, viewers’ senses and perceptions will add a unique tinge to the vibrant colors of this picture.

Leave a comment