Fauve (da fauves – selvaggio)

(for english version scroll down)

concept e coreografia Marco Laudani

danzatori: Nelly Acquafermata, Claudio Scalia, Giuseppe Giuffrida

L’istinito “selvaggio” è insito nella natura dell’uomo. Diversi sono i modi in cui questo può manifestarsi: la voglia di evadere dagli schemi, il desiderio di scontro nei confronti di chi pretende di comandarci, la ribellione…
La società ci impone di placare questo istinto e ci trasforma, ci obbliga a fare una muta. Da animali liberi mutiamo in esseri controllati e costretti a seguire delle regole, diventiamo monocolore.
Ma l’uomo è un animale selvaggio e ha bisogno di essere libero e questo istinto non può essere essere soppresso. 
La libertà è la vera condizione naturale dell’uomo, per questo lottiamo: per essere liberi. 
Fauve porta in scena questo desiderio attraverso il movimento: prima incontrollato dopo tranquillo e sotto controllo ma solo per poco. L’uomo è un animale selvaggio.

______________________________

Fauve (from Fauves – wild)

concept and choreography Marco Laudani

dancers: Nelly Acquafermata, Claudio Scalia, Giuseppe Giuffrida

The “wild” instinct is part of our human nature. There are several ways in which our wild side is more visible: the desire to escape normality or to fight anyone that tries to command us, to rebel…
Society requires us to placate this instinct and forces us to follow suit.
From being wild and free animals, we become controlled beings forced to obey and follow the rules, we become like everyone else, all the same, monochrome.
But man is a wild animal and he has the need of freedom and nothing can really suppressed it , it will always be there.
Freedom is man’s true natural state and to achieve it we are continuously struggling. Fauve brings this desire on stage through movement : Wild, uncontrollable, but also briefly calm and controlled. Man can’t always hide his wild side.

 

 

Leave a comment